NAPOLI

VISITA GUIDATA

Scuola secondaria di I e II grado

AMBITO

archeologia, scienze

BOTANICA E ARCHEOLOGIA A NAPOLI

REALE ORTO BOTANICO MANN (MUSEO ARCHEOLOGICO NAZIONALE DI NAPOLI)

ATTIVITà

TEMPI

10.00 – 15.30

Escluso il martedì


N° ALUNNI
minimo 40


€ 11.00 pro-capite – escluso il trasporto (vedi paragrafo “Notizie utili”)

Comprensivo di: 

  • Dispensa introduttiva all’uscita (per gli insegnanti);
  • Accompagnatori/guide Argonauta;
  • Schede per il questionario di verifica;
  • Organizzazione generale (prenotazioni, logistica, ecc.).


VISITA GUIDATA

L’Orto Botanico di Napoli fu fondato agli inizi del XIX secolo, nel periodo in cui la città partenopea era dominata dai Francesi; questi ultimi realizzarono un’idea concepita in precedenza da Ferdinando IV di Borbone e la cui attuazione era stata impedita dai moti rivoluzionari del 1799. La realizzazione del progetto fu affidata agli architetti de Fazio e Paoletti. Il primo realizzò la facciata monumentale, il cui stile fu uniformato a quello dell’adiacente Albergo dei Poveri, il viale principale perpendicolare alla facciata, il viale ortogonale a quest’ultimo che conduce all’edificio Castello, sede dell’Istituto, e la “Stufa temperata”, caratterizzata da un colonnato dorico e da portelloni di apertura ruotanti attorno a dei perni centrali. Il secondo si occupò della progettazione e della realizzazione della parte inferiore dell’Orto. Attualmente, la superficie totale dell’Orto botanico di Napoli è di quasi 12 ettari, sui quali sono presenti circa 9000 specie per un totale di quasi 25.000 esemplari raggruppati in collezioni organizzate secondo criteri sistematici, ecologici ed etnobotanici.

Il Museo Archeologico Nazionale di Napoli, uno dei primi costituiti in Europa in un monumentale palazzo seicentesco tra la fine del Settecento e gli inizi dell’Ottocento, può vantare il più ricco e pregevole patrimonio di opere d’arte e manufatti di interesse archeologico in Italia. In esso sono esposti oltre tremila oggetti di valore esemplare in varie sezioni tematiche e conservati centinaia di migliaia di reperti databili dall’età preistorica alla tarda antichità, sia provenienti da vari siti antichi del Meridione, sia dall’acquisizione di rilevanti raccolte antiquarie, a partire dalla collezione Farnese appartenuta alla dinastia reale dei Borbone, fondatori del Museo.

Materiale didattico

Scarica la mini dispensa introduttiva dell'uscita "Botanica e archeologia a Napoli"

SCARICA

Galleria media

Guarda le foto e i video

VAI ALLA GALLERIA

Scheda di adesione

Scarica la scheda per richiedere e prenotare le nostre attività

SCARICA

Offerta formativa

Scarica il catalogo dell'offerta formativa 2016/2017

SCARICA

LA NOSTRA SEDE

Vedi la mappa per raggiungerci

apri la mappa

SCRIVI UNA RICHIESTA

Scrivi una mail per qualsiasi informazione

invia email

RICHIEDI UN CONTATTO

Invia il tuo telefono o la tua email e un nostro consulente ti contatterà il prima possibile

richiedi