Torna la fantastica iniziativa delle “Giornate Europee del Patrimonio”, due giorni interamente dedicati alla promozione e alla valorizzazione dei siti di principale interesse storico, artistico e culturale.

Sabato 24 settembre, al prezzo simbolico di 1 euro, tutti i luoghi della cultura statali, saranno aperti al pubblico grazie ad una straordinaria apertura serale di tre ore, che si ripeterà domenica 25 settembre con costi ordinari.

Il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo aderisce ogni anno alle Giornate Europee del Patrimonio (GEP), una manifestazione promossa nel 1991 dal Consiglio d’Europa e dalla Commissione Europea con l’intento di potenziare e favorire il dialogo e lo scambio in ambito culturale tra le Nazioni europee.

All’iniziativa aderiscono anche moltissimi luoghi della cultura non statali: musei civici, comuni, gallerie, fondazioni e associazioni private, che insieme alle istituzioni dello Stato colgono un’occasione unica per riaffermare il ruolo centrale della cultura nelle dinamiche della società attuale.